Animazione
Panoramica Diapositive

Biologia del CRC

Il (CRC) è, per diffusione, il terzo cancro sia nell’uomo che nella donna1, e viene di norma diagnosticato tra i pazienti di almeno 50 anni d’età.2 Se il tumore non è rilevato nei primi stadi grazie ai controlli preventivi, può svilupparsi in cancro del colon-retto metastatico (mCRC), che è uno stadio avanzato di malattia.3 Esistono nuovi trattamenti per questa condizione.
 
Conoscere meglio il Colon e il Retto
 
Il colon e il retto sono parti dell’apparato digerente4 e insieme formano l’intestino crasso.5 I primi 1.2 o 1.5 metri dell’intestino crasso formano il colon, mentre il retto è composto dagli ultimi 15 cm.6 Il cibo viene digerito man mano che si sposta nell’intestino tenue per poi entrare nel colon, dove vengono estratti acqua e nutrimenti, mentre il rimanente è immagazzinato sotto forma di scarto (feci). Le feci passano dal colon al retto fino ad uscire dal corpo attraverso l’ano.7
 
Le pareti del colon e del retto sono formate da più strati. Il tumore del colon-retto si forma negli strati più interni e può infiltrarsi negli altri man mano che progredisce.8
 
Come si Forma il Tumore (Carcinogenesi)
 
E’ stato dimostrato che i fattori che influenzano la crescita del tumore sono molteplici, e, fra essi, quelli genetici, ereditari e ambientali.9 Le ricerche dimostrano che nel 25% dei pazienti affetti da cancro colon-retto esistono storie di familiarità.10,11 I Disturbi d’infiammazione cronica del tratto digerente possono anch’essi aumentare il rischio di sviluppo del CRC.12 Il tumore del colon-retto tipicamente si sviluppa da un polipo, un tumore benigno (non-canceroso) o una crescita di tessuto nello strato interno del colon o del retto. Ci sono diversi tipi di polipi e alcuni possono degenerare e diventare maligni (cancro).
 


Diventa parte attiva nella comprensione della tua condizione morbosa
e coopera con i medici per gestire al meglio il trattamento.

 

References
1  “Colorectal Cancer.” World Cancer Research Fund International, World Cancer Research Fund International, n.d. Web. 4 Feb 2014. <http://www.wcrf.org/cancer_statistics/data_specific_cancers/colorectal_cancer_statistics.php>.
 
2  “Colorectal Cancer Overview.” Colon Cancer Alliance. Colon Cancer Alliance, n.d. Web. 11 Jan. 2013. <http://www.ccalliance.org/colorectal_cancer/overview.html>.
 
3  Siegel R., Naishadham D., Jemal A. Cancer Statistics, 2012. CA Cancer J Clin. Jan-Feb 2012;62(1):10-29.
 
4  “What is Colorectal Cancer?” American Cancer Society. American Cancer Society, 17 Jan. 2013. Web. 30 Jan. 2013. <http://www.cancer.org/cancer/colonandrectumcancer/detailedguide/colorectal-cancer-what-is-colorectal-cancer>.
 
5  “What You Need To Know AboutTM Cancer of the Colon and Rectum: The Colon and Rectum.” National Cancer Institute at the National Institutes of Health. National Cancer Institute, 26 May 2006. Web. 11 Jan. 2013. <http://www.cancer.gov/cancertopics/wyntk/colon-and-rectal/page2>.
 
6  Ibid.
 
7  Ibid.
 
8  “What is Colorectal Cancer?” American Cancer Society. American Cancer Society, 17 Jan. 2013. Web. 30 Jan. 2013.
<http://www.cancer.org/cancer/colonandrectumcancer/detailedguide/colorectal-cancer-what-is-colorectal-cancer>.
 
9  Ettarh, Rajunor. “Colorectal Cancer Biology – From Genes to Tumor.” InTech 10 Feb. 2012: 3. Web. <http://www.intechopen.com/books/colorectal-cancer-biology-from-genes-to-tumor/colorectal-cancer-it-starts-and-it-runs.
 
10  Gala M, Chung DC. Hereditary colon cancer syndromes. Semin Oncol. 2011;38(4):490-499.
 
11  Ettarh, Rajunor. “Colorectal Cancer Biology – From Genes to Tumor.” InTech 10 Feb. 2012: 4. Web. <http://www.intechopen.com/books/colorectal-cancer-biology-from-genes-to-tumor/colorectal-cancer-it-starts-and-it-runs>.
 
12  Dyson K, Jessica, Rutter D, Matthew. Colorectal cancer in inflammatory bowel disease: What is the real magnitude of the risk? World J Gastroenterol. 7 Aug. 2012;18(29): 3839-3848.
 

Tipi di polipi

Anatomia dell’Intestino Crasso

 
Nella maggior parte dei casi, il cancro del colon-retto si sviluppa da polipi, crescite abnormi di tessuto all’interno del colon o del retto che si espandono silenziosamente. Individuare queste escrescenze ai primi stadi, attraverso controlli regolari, può prevenire lo sviluppo del CRC.
 

 

Forme dei Polipi

 
I polipi sono piccole masse di cellule che possono svilupparsi in qualunque punto dello strato interno del colon e del retto. Tipo, sede, dimensione e numero dei polipi sono strettamente collegati al rischio di sviluppare cancro.
 

Ci sono forme di polipi caratteristiche che i medici possono identificare come precancerose:
 

1. I polipi piatti non protendono nella superficie interna e, in alcuni casi, possono persino essere schiacciati sulla superficie. In questi casi,i medici dovranno usare particolari colorazioni per potreli localizzare.

2. I polipi sessili si formano esattamente sulla superficie della membrana mucosa. Sono sollevati ma non hanno un peduncolo.

3. Al contrario, i polipi peduncolati sono escrescenze di tessuto simili ai funghi, attaccati alla superficie della membrana mucosa attraverso un lungo gambo sottile, o peduncolo.
Polipi/Lesioni – Tipi

 
I tipi più comuni di polipi colorettali sono adenomi, seghettati e post infiammatorie.
 

Adenomatoso
Gli adenomi sono la tipologia di polipi più frequenti (circa due terzi dei polipi trovati nel colon e nel retto). Anche se la maggior parte degli adenomi restano benigni, una piccola percentuale può degenerare in cancro del colon-retto attraverso un processo che normalmente richiede anni.
 
Adenoma Villoso o Tubuvilloso
Questa tipologia rappresenta circa il 15% degli adenomi trovati e rimossi con lo screening per il cancro colon-retto: essi rappresentano la percentuale maggiore di rischio di svilupparsi in cancro del colon-retto.
Seghettati
Le lesioni seghettate sono gruppi eterogenei di lesioni che includono i polipi iperplastici. Alcuni tipi di lesioni seghetatte meno frequenti hanno un rischio significativo di svilupparsi in cancro.
Post-Infinammatorio
Questi polipi si sviluppano soprattutto nei soggetti affetti da sindromi infiammatorie dell’intestino come il morbo di Crohn o le coliti ulcerose. La presenza di polipi post-infiammatori è associata a cancro del colon-retto.

 

Chiunque può sviluppare dei polipi al colon, ma il rischio è maggiore al di sopra dei 50 anni se:
 
♦ Si è fumatori
♦ Si tiene una dieta ad alto contenuto di grassi e poche fibre
♦ Si è in sovrappeso
♦ Si ha un pregresso personale o famigliare di CRC, polipi al colon o sindromi infiammatorie dell’intestino

 

I polipi si formano come risultato di una crescita abnorme di tessuto, particolarmente dovuto ad alterazioni genetiche. L’intestino ha un “turno over” tissutale maggiore rispetto ad altri organi del corpo, il che crea terreno fertile per lo sviluppo di tessuto abnorme e di cellule cancerose.
 
Ci sono due gruppi principali di geni che controllano il processo di crescita e di divisione cellulare. Se qualcuno di questi geni muta, può causare la divisione continua delle cellule e la formazione di tessuto abnorme, quali, ad esempio. polipi nel colon o nel retto. I polipi possono degenerare in maligni se questa crescita sregolata continua per un periodo prolungato di tempo, anche se il cancro del colon-retto tipicamente impiega divesi anni, o anche decenni, per svilupparsi.
 
Tumore Metastatico
 
Una volta che degenera in tumore, questo progredisce gradualmente all’interno della parete del colon o del retto fino ad espandersi nei vasi sanguigni o nei vasi linfatici. I vasi linfatici sono tubicini sottili simili alle vene vettori di fluidi e detriti. Essi si scaricano nei vicini linfonodi, piccole strutture con cellule immunitarie che filtrano le sostanze nocive e aiutano a combattere le infezioni. Le cellule neoplastiche possono raggiungere i linfonodi o altri distretti dell’organismo attraverso il sangue o i vasi linfatici.
 
La diffusione del tumore ad altri distretti dell’organismo viene chiamata metastasi. Il cancro del colon-retto normalmente si espande ai polmoni, al fegato e alle ossa.

 
References
13  “Colon Polyps: Causes.” Mayo Clinic. Mayo Foundation for Medical Education and Research (MFMER), 16 July 2011. Web. 30 Jan. 2013.
<http://www.mayoclinic.com/health/colon-polyps/DS00511/DSECTION=causes>.
 
14  Rizk P, Barker N. Gut stem cells in tissue renewal and disease: methods, markers, and myths. Wiley Interdisciplinary Reviews: Systems Biology and Medicine. 2012 Sep-Oct;4(5):475-96. Epub 2012 May 29. Web. 16 Jan 2013. <http://www.ncbi.nlm.nih.gov/pubmed/22644962>.
 
15  “Colon Polyps: Causes.” Mayo Clinic. Mayo Foundation for Medical Education and Research (MFMER), 16 July
2011. Web. 30 Jan. 2013. <http://www.mayoclinic.com/health/colon-polyps/DS00511/DSECTION=causes>.
 
16  Ibid.
 
17  Tytherleigh M. G., Warren B. F., McC. Mortensen N. J. Management of early rectal cancer. British Journal of Surgery Society. 2008; 95: 416.
 
18  “What is Colorectal Cancer?” American Cancer Society. American Cancer Society, 17 Jan. 2013. Web. 30 Jan. 2013. <http://www.cancer.org/cancer/colonandrectumcancer/detailedguide/colorectal-cancer-what-is-colorectal-cancer>.
 
19  “Current Problems in Cancer.” ScienceDirect. Elsevier B.V., September–October 1997: 233, 235–299. Web. 10 February 2013. <http://www.sciencedirect.com/science/article/pii/S0147027297800037>.
 
20  “Lymph Nodes and Cancer: What is the lymph system?” American Cancer Society. American Cancer Society, 13 June 2012. Web. 11 Jan. 2013. <http://www.cancer.org/cancer/cancerbasics/lymph-nodes-and-cancer>.
 
21  Ibid.
 
22  “What is Colorectal Cancer?” American Cancer Society. American Cancer Society, 17 Jan. 2013. Web. 30 Jan. 2013. <http://www.cancer.org/cancer/colonandrectumcancer/detailedguide/colorectal-cancer-what-is-colorectal-cancer>.
 
23  Ibid.
 
24  “Part 3: Tests of colon cancer.” NCCN Guidelines for PatientsTM: Colon Cancer. National Comprehensive Cancer Network, 2012: 23. Web. 14 Jan. 2013. <http://www.nccn.com/files/cancer-guidelines/colon/index.html#/23/zoomed>.
 
25  “What You Need To Know AboutTM Cancer of the Colon and Rectum: Understanding Cancer.” National Cancer Institute at the National Institutes of Health. National Cancer Institute, 26 May 2006. Web. 11 Jan. 2013. <http://www.cancer.gov/cancertopics/wyntk/colon-and-rectal/page3>.
 
26  Santini D, Tampellini M, Vincenzi B, et al. Natural history of bone metastasis in colorectal cancer: final results of a large Italian bone metastases study. Annals of Oncology. Aug 2012;23(8): 2072–2077. Epub 4 Jan 2012.

Angiogenesi Del Tumore

Capire l’Angiogenesi
 
L’angiogenesi, vale a dire la crescita di nuovi vasi capillari, è un processo naturale importante nell’organismo utilizzato per la guarigione e la riproduzione. L’organismo controlla l’angiogenesi creando nei tessuti sani un preciso equilibrio tra crescita e fattori inibenti.
 
Quando questo equilibrio si altera, l’angiogenesi diventa eccessiva o troppo scarsa. La crescita abnorme dei tessuti vascolari, sia eccessiva che insufficiente, ora è stata riconosciuta come “denominatore comune” alla base di numerose condizioni mortali e debilitanti come cancro, malattie della pelle, cecità legata all’età, ulcere diabetiche, malattie cardiovascolari, ictus e moltre altre ancora. L’elenco delle patologie in cui l’angiogenesi fa da elemento propulsore aumenta di anno in anno.
 
Angiogenesi e Cancro
 
Tutti i tipi di tumore, incluso il CRC, necessitano della crescita di nuovi vasi per incrementare di qualche millimetro la loro dimensione. Questi nuovi vasi sanguigni forniscono al tumore ossigeno e sostanze nutrizionali, agendo da veri e propri “salvagenti” delle cellule neoplastiche.
 
Un notevole progresso ottenuto negli ultimi anni nel trattamento dei tumori è stato lo sviluppo di farmaci denominati inibitori dell’angiogenesi, o farmaci anti-angiogenici, studiati proprio per identificare e interferire con l’apporto di sangue al tumore, o, in termini più semplici, per “far morire di fame” le cellule cancerose. Questi trattamenti possono rallentare o bloccare la crescita tumorale. Scopri di più sui trattamenti specifici, qui.
 

Angiogenesi e Cancro

 
Un tumore nei primi stadi di sviluppo non può diventare più grande di qualche millimetro di dimensione, a meno che non sia nutrito dai vasi sanguigni. L’angiogenesi – la crescita di nuovi vasi – è essenziale per la crescita e la diffusione del tumore.
 

Polipo nei primi stadi di tumore
Rilascio
di fattori della
crescita
Vaso sanguigno

1. Le cellule al centro della massa tumorale devono competere con le cellule adiacenti per avere accesso ad ossigeno e sostanze nutrizionali. Quando iniziano ad avere fame, rilasciano fattori di crescita come “segnale di stress” verso i tessuti circostanti.

Origine dei vasi
sanguigni

2. I vasi sanguigni adiacenti ricevono questi segnali e danno inizio alla crescita di nuovi vasi. Fin quando ci sarà un segnale attivo, i vasi continueranno a crescere in quella direzione.

I vasi sanguigni alimentano la crescita del tumore.
Linfonodi
Polmoni
Ossa
Fegato
diffusione
(metastasi)

3. I vasi che crescono nel tumore nutrono il tessuto tumorale, sviluppando ossigeno e sostanze nutrizionali essenziali. Man mano che il tumore cresce, il segnale può diventare più forte e promuovere la crescita di altri vasi sanguigni.

4. Il tumore si espande e invade i tessuti circostanti. Le cellule cancerose si diffondono sotto forma di metastasi attraverso i vasi sanguigni e i linfonodi, prima localmente e poi raggiungendo gli organi più distanti negli stadi tardivi di progressione del CRC”).

Stadi Del CRC

Lo “stadio” del tumore è il criterio che i medici utilizzano per identificarne l’estensione e la sede, incluso lo sviluppo ad altre aree del corpo. Questa informazione viene utilizzata per pianificare i trattamenti più efficaci per ogni paziente. I trattamenti possono essere diversi in base allo stadio della malattia.27
 
Le variabili più comuni considerate quando si determina lo stadio della malattia includono la sede del tumore primario (originale), la dimensione e il numero di tumori, la diffusione ai linfonodi, quanto simili o dissimili siano le cellule tumorali rispetto a quelle normali (grado di differenziazione), e se il tumore ha già metastatizzato.28
  

Riconoscere lo stadio aiuterà il medico ad identificare il trattamento più adeguato
Sono stati descritti 5 stadi di tumore del colon-retto, da 0 a IV:29

 

Stadio 0
E’ lo stadio più precoce: il tumore è circoscritto alla parte più interna del rivestimento del colon e non si è ancora diffuso. Viene anche denominato ‘Carcinoma in Situ’.
Stadio I
Il tumore ha iniziato a diffondersi, ma resta localizzato nella parte più interna del rivestimento del colon. Questo stadio talvolta viene anche denominato ‘Dukes A’.
Stadio II
Il tumore si è diffuso ad altri organi adiacenti al colon o al retto ma non ha raggiunto i linfonodi. Viene anche chiamato ‘Dukes B’.
Stadio III
Il tumore si è diffuso ai linfonodi ma non ha ancora raggiunto regioni distali dell’organismo. Viene anche denominato ‘Dukes C’.
Stadio IV
Il tumore si è diffuso (metastatizzato) alle regioni più distali dell’organismo, spesso a polmoni o fegato. Questo stadio viene anche denominato ‘Dukes D’.

 
Lo stadio del tumore viene assegnato al momento della diagnosi. Non muta mai, anche se il tumore progredisce. Pertanto, un tumore che si diffonde o si ripresenta sarà sempre identificato con lo stadio assegnato alla diagnosi, con informazioni aggiuntive sul suo attuale stato d’estensione.30
 
I medici raccolgono le diverse informazioni sul tumore per determinarne lo stadio. Gli esami specifici usati per l’assegnazione allo stadio dipendono dal tipo di tumore.31
 
Tipicamente includono:
 

  • Esami clinici and test per immagini che aiutino a valutare l’estensione del tumore identificando sede e dimensione (i), e se il cancro si è diffuso ai linfonodi o ad altre parti dell’organismo. I test per immagini come TC e Risonanza Magnetica, o radiogrammi, mostreranno immagini del tumore.
  •  

  • Esami di laboratorio che consistono nel prelievo di campioni di sangue e di altri fluidi corporei o tessuti per raccogliere informazioni sul tumore.
  •  

  • Referti patologici che danno informazioni sulla dimensione del tumore, l’estensione della diffusione ad altri distretti dell’organismo, il tipo di cellule neoplastiche e il grado di tumore (qunto le cellule neoplastiche differiscono dalle quelle normali). I campioni di tumore aiutano a diagnosticare e a definire lo stadio del tumore.
  •  

  • Referti chirurgici che utilizzano i campioni prelevati in sede di intervento chirurgico per identificare la dimensione e il tipo di tumore e l’estensione linfonodale o il coinvolgimento ad altri organi.

Il medico con maggiori informazioni sulle condizioni del paziente è anche quello nella migliore posizione per determinare lo stadio del tumore.32
 
Una volta riscontrata la presenza di tumore del colon-retto, nei primi stadi della malattia le possibilità di trattamento saranno alte. Se il tumore risulta diffuso ai linfonodi prossimali, la chemioterapia seguita da intervento chirurgico ha portato a considerevoli risultati.
 
Nei casi più difficili – quando il tumore si è metastatizzato ad altri organi come fegato o polmoni – un trattamento idoneo può prolungare la sopravvivenza del paziente.33
 

Il medico con maggiori informazioni sulle condizioni del paziente sarà anche quello nella migliore posizione per determinare lo stadio del tumore.

Classificazione TNM
 
La Classificazione TNM è il sistema più utilizzato per determinare lo stadio del CRC.34 E’ stato sviluppato dall’American Joint Committee on Cancer (AJCC) ed è stato rivisto e riaggiornato ogni 6 o 8 anni.35
 

Il sistema classifica lo stadio del tumore in base a:36
 

  • Categoria T: indica la dimensione del tumore originale e l’estensione raggiunta all’interno degli strati del colon o del tessuto del retto.
  •  

  • Categoria N: indica se cellule cancerose si sono propagate ai linfonodi.
  •  

  • Categoria M: indica se il tumore si è propagato ad altri distretti dell’organismo (metastasi).

Ogni categoria identificata da una lettera è attaccata ad un numero che indica la dimensione del tumore originale e l’estensione della propagazione.37 L’insieme delle sigle TNM indentifica lo stadio tumore.38

 
Tumore Primario (T)
 

TX
Informazioni insufficienti per definire il tumore primario.39
T0
La presenza di un tumore primario non può essere dimostrata.40
Tis
Cellule abnormI presenti ma non maligne, che non si sono diffuse dalla sede principale41 o oltre la parete interna del colon.42 Queste cellule possono diventare neoplastiche ed hanno il potenziale di diffondersi. Questa condizione è conosciuta come carcinoma in situ.43
T1
Il tumore non è cresciuto oltre il lume interno.44
T2
Il tumore si è infiltrato nella tonaca muscolare.45
T3
Il tumore si è esteso oltre la tonaca muscolare.46
T4
Il tumore è sviluppato nelle pareti dell’intestino e in altri organi e/o in altri distretti dell’organismo.47

 
Linfonodi (N)
 

NX
Non ci sono sufficienti informazioni per identificare la presenza di cellule tumorali nei linfonodi.48
N0
Le cellule neoplastiche non si sono diffuse ai linfonodi.49
N1
Le cellule neoplastiche sono presenti in 1-3 linfonodi adiavcenti.50
N2
Le cellule neoplastiche sono presenti 4 o più linfonodi.51

 
Metastasi (M)
 

MX
Non ci sono sufficienti evidenze per stabilire se il tumore si è diffuso (metastasi) ad altri distretti dell’organismo.52
M0
Le cellule neoplastiche non si sono diffuse ad altri distretti dell’organismo.53
M1
Presenza e diffusione di cellule neoplastiche ad altri distretti dell’organismo.54

 

LINEE DI TRATTAMENTO
I pazienti con mCRC spesso ricevono trattamenti diversi, che vengono somministrati in ordine successivo. Ogni sequenza è definita “linea di terapia.” Se una linea di terapia cessa di agire, spesso è verosimile che un’altra possa rivelarsi efficace:
 
La “Prima Linea” di terapia per mCRC è la prima effettuata su un paziente trattato per una malattia metastatica.
 
La “Seconda Linea” di terapia viene utilizzata come trattamento alternativo in caso di progressione del tumore o di una sua ricomparsa dopo la prima linea.
 
La “Terza Linea” di terapia segue alla seconda linea quando questa non produce i risultati sperati.
 

 

References
27  “Colorectal Cancer Staging.” Colon Cancer Alliance. Colon Cancer Alliance, n.d. Web. 11 Jan. 2013. <http://www.ccalliance.org/colorectal_cancer/staging.html>.
 
28  “Fact Sheet: Cancer Staging.” National Cancer Institute at the National Institutes of Health. National Cancer Institute, 22 June 2010. Web. 11 Jan. 2013. <http://www.cancer.gov/cancertopics/factsheet/detection/staging>.
 
29  Ibid.
 
30  “Staging.” American Cancer Society. American Cancer Society, 7 June 2012. Web. 11 Jan. 2013. <http://www.cancer.org/treatment/understandingyourdiagnosis/staging>.
 
31  Ibid.
 
32  “National Cancer Institute Fact Sheet: Cancer Staging.” National Cancer Institute at the National Institutes of Health. National Cancer Institute, 22 Sept. 2010. Web. 11 Jan. 2013. <http://www.cancer.gov/cancertopics/factsheet/detection/staging>.
 
33  “Colorectal Cancer Overview.” Colon Cancer Alliance. Colon Cancer Alliance, n.d. Web. 11 Jan. 2013. <http://www.ccalliance.org/colorectal_cancer/overview.html>.
 
34  “National Cancer Institute Fact Sheet: Cancer Staging.” National Cancer Institute at the National Institutes of Health. National Cancer Institute, 22 Sept. 2010. Web. 11 Jan. 2013. <http://www.cancer.gov/cancertopics/factsheet/detection/staging>.
 
35  “Staging.” American Cancer Society. American Cancer Society, 7 June 2012. Web. 11 Jan. 2013. <http://www.cancer.org/treatment/understandingyourdiagnosis/staging>.
 
36  Ibid.
 
37 “National Cancer Institute Fact Sheet: Cancer Staging.” National Cancer Institute at the National Institutes of Health. National Cancer Institute, 22 Sept. 2010. Web. 11 Jan. 2013.
<http://www.cancer.gov/cancertopics/factsheet/detection/staging>.
 
38“Staging.” American Cancer Society. American Cancer Society, 7 June 2012. Web. 11 Jan. 2013. <http://www.cancer.org/treatment/understandingyourdiagnosis/staging>.
 
39 AJCC/TNM System of Staging for Colorectal Cancer. University of Columbia, n.d. Web. 10 Jan. 2013. <http://chaos.cpmc.columbia.edu/colo/templ/resources/system_of_staging.html#>.
 
40 Signs & Symptoms. John Hopkins Colon Cancer Institute, n.d. Web. 11 Jan. 2013. <http://www.hopkinscoloncancercenter.org/CMS/CMS_Page.aspx?CurrentUDV=59&CMS_Page_ID=092583DD-CE56-467C-9A9D-96CAD6FD2C6A>.
 
41 “Definition: carcinoma in situ.” National Cancer Institute at the National Institutes of Health. National Cancer Institute, n.d. Web. 11 Jan. 2013. <http://www.cancer.gov/Common/PopUps/popDefinition.aspx?id=CDR0000046488&version=Patient&language=English>.
 
42 AJCC/TNM System of Staging for Colorectal Cancer. University of Columbia, n.d. Web. 10 Jan. 2013. <http://chaos.cpmc.columbia.edu/colo/templ/resources/system_of_staging.html#>.
 
43 “National Cancer Institute Fact Sheet: Cancer Staging.” National Cancer Institute at the National Institutes of Health. National Cancer Institute, 22 Sept. 2010. Web. 11 Jan. 2013.
<http://www.cancer.gov/cancertopics/factsheet/detection/staging>.
 
44 “TNM and number stages of bowel cancer.” Cancer Research UK, 13 Oct. 2011. Web. 11 Jan. 2013.
<http://www.cancerresearchuk.org/cancer-help/type/bowel-cancer/treatment/tnm-and-number-stages-of-bowel-cancer>.
 
45  Ibid.
 
46  Ibid.
 
47  Ibid.
 
48  AJCC/TNM System of Staging for Colorectal Cancer. University of Columbia, n.d. Web. 10 Jan. 2013. <http://chaos.cpmc.columbia.edu/colo/templ/resources/system_of_staging.html#>.
 
49  Ibid.
 
50  “TNM and number stages of bowel cancer.” Cancer Research UK, 13 Oct. 2011. Web. 11 Jan. 2013. <http://www.cancerresearchuk.org/cancer-help/type/bowel-cancer/treatment/tnm-and-number-stages-of-bowel-cancer>.
 
51  Ibid.
 
52  AJCC/TNM System of Staging for Colorectal Cancer. University of Columbia, n.d. Web. 10 Jan. 2013. <http://chaos.cpmc.columbia.edu/colo/templ/resources/system_of_staging.html#>.
 
53  Ibid.
 
54  Ibid.

Fattori Di Rischio

Un fattore di rischio è qualsiasi tipo di causa esterna o intrinseca in grado di influire sulla possibilità di contrarre la malattia55 Anche se le vere cause responsabili del cancro al colon sono a tutt’oggi sconosciute,56 studi hanno dimostrato che i fattori di rischio aumentano le possibilità di sviluppare questo tipo di tumore:
 

Età
Oltre il 90 percento dei pazienti affetti da CRC ha almeno 50 anni d’età.57 L’età media alla diagnosi è settantadue anni.58
Polipi
I polipi sono tumori o crescite di tessuto (di norma benigne) sulle pareti interne del colon o del retto. Si riscontrano tipicamente in fasce d’età a partire da 50 anni.59
Familiarità
I consanguinei di malati affetti da CRC presentano un alto rischio di sviluppare il tumore.60
Storia Personale
I pazienti già colpiti da CRC sono ad alto rischio di svilupparlo nuovamente.61 Anche le donne colpite da cancro al seno, all’utero (endometrio) o alle ovaie, sono ad alto rischio.62
Mutazioni Genetiche
Circa il 5%-10% dei soggetti che sviluppano il tumore del colon-retto hanno ereditato anomalie genetiche (mutazioni) che sono causa della patologia.63
Coliti Ulcerose o Morbo di Crohn
Condizioni precedenti che causano infiammazione del colon fanno aumentare il rischio di cancro al colon.64
Dieta Povera
Una dieta povera può far aumentare il rischio di ammalarsi di CRC.65 Alcuni studi suggeriscono che le diete ricche di calcio, folati e fibre,66 ma povere di carne rossa e grassi possono ridure il rischio di cancro del colon-retto.67
Vita Sedentaria
Le persone che conducono una vita scarsamente dinamica presentano alto rischio di sviluppare CRC. Gli studi hanno dimostrato che fare attività fisica quotidiana può ridurre il rischio di sviluppare il cancro al colon del 30-40%.68, 69
Fumo
Un fumatore è esposto a maggior rischio di sviluppare polipi e tumore del colon-retto.70
Diabete
Il diabete e la resistenza all’insulina possono far aumentare il rischio di cancro del colon-retto.71
Obesità
Le persone considerate di peso normale presentano rischio minore di sviluppo e di morte per tumore del colon-retto rispetto ai soggetti non obesi.72
Terapia Radiante
Precedenti esposizioni a terapia radiante all’addome possono aumentare il rischio di sviluppo di cancro del colon-retto.73

 
References
55  “What are the risk factors for colorectal cancer.” American Cancer Society. American Cancer Society, 17 Jan. 2013. Web. 11 Jan. 2013. <http://www.cancer.org/cancer/colonandrectumcancer/detailedguide/colorectal-cancer-risk-factors>.
 
56  “Colon Cancer Risk Factors.” Colon Cancer Alliance. Colon Cancer Alliance, n.d. Web. 11 Jan. 2013. <http://www.ccalliance.org/colorectal_cancer/riskfactors.html>.
 
57  Ibid.
 
58  Ibid.
 
59  Ibid.
 
60  Ibid.
 
61  Ibid.
 
62  Ibid.
 
63  “What are the risk factors for colorectal cancer.” American Cancer Society. American Cancer Society, 17 Jan. 2013. Web. 11 Jan. 2013. <http://www.cancer.org/cancer/colonandrectumcancer/detailedguide/colorectal-cancer-risk-factors>.
64  Ibid.
 
65  Ibid.
 
66  A Dahm CC, Keogh RH, Spencer EA, Greenwood DC, Key TJ, Fentiman IS, et al. Dietary fiber and colorectal cancer risk: a nested case-control study using food diaries. J Natl Cancer Inst. 2010;102:614-626. Web. 16 Jan. 2013.
 
67  “Diet and Cancer.” Medline Plus. N.p., 5 May 2011. Web. 15 Jan. 2013. <http://www.nlm.nih.gov/medlineplus/ency/article/002096.htm>.
 
68  Slattery, ML. Physical activity and colorectal cancer. Sports Medicine 2004; 34(4): 239–252. Web. 16 Jan 2013. <http://www.ncbi.nlm.nih.gov/pubmed/15049716>.
 
69  “National Cancer Institute Fact Sheet: Physical Activity and Cancer.” National Cancer Institute at the National Institutes of Health. National Cancer Institute, 22 July 2009. Web. 11 Jan. 2013.
<http://www.cancer.gov/cancertopics/factsheet/prevention/physicalactivity>.
 
70  “Colon Cancer Risk Factors.” Colon Cancer Alliance. Colon Cancer Alliance, n.d. Web. 11 Jan. 2013. <http://www.ccalliance.org/colorectal_cancer/riskfactors.html>.
 
71  “Colon Cancer: Risk Factors.” Mayo Clinic. Mayo Foundation for Medical Education and Research (MFMER), 13 Aug. 2011. Web. 11 Jan. 2013. <http://www.mayoclinic.com/health/colon-cancer/DS00035/DSECTION=risk-factors>.
 
72  Ibid.
 
73  Ibid.
 

Sintomi

Raramente il tumore del colon-retto manifesta particolari sintomi nel corso del suo sviluppo,77 momento questo in cui la malattia è più trattabile, e pertanto è importante procedere ad uno screening prima della comparsa dei sintomi.78
 
Una volta presenti, i sintomi possono includere:79
 

  • Cambio nelle abitudini intestinali o nella consistenza delle feci
  • Stitichezza o diarrea
  • Feci più sottili del normale
  • Intestino mai completamente svuotato
  • Sanguinamento rettale o tracce di sangue nelle feci
  • Disturbi addominali persistenti come crampi, gas, gonfiore
  • Calo ponderale improvviso
  • Affaticamento o debolezza
  • Nausea o vomito

Molte altre condizioni fisiche possono portare alla comparsa di questi sintomi. Il medico curante sarà la figura più indicata per determinare la causa dei sintomi. Di solito il tumore non è accompagnato da dolore nei primi stadi della malattia; pertanto è fondamentale consultare un medico se si manifestano uno o più di questi sintomi, anche quando ci si sente bene.80,81
 

 
References
77  Signs & Symptoms. John Hopkins Colon Cancer Institute, n.d. Web. 11 Jan. 2013. <http://www.hopkinscoloncancercenter.org/CMS/CMS_Page.aspx?CurrentUDV=59&CMS_Page_ID=092583DD-CE56-467C-9A9D-96CAD6FD2C6A>.
 
78  “Colorectal Cancer Symptoms.” Colon Cancer Alliance. Colon Cancer Alliance, n.d. Web. 11 Jan. 2013. <http://www.ccalliance.org/colorectal_cancer/symptoms.html>.
 
79  Ibid.
 
80  Signs & Symptoms. John Hopkins Colon Cancer Institute, n.d. Web. 11 Jan. 2013. <http://www.hopkinscoloncancercenter.org/CMS/CMS_Page.aspx?CurrentUDV=59&CMS_Page_ID=092583DD-CE56-467C-9A9D-96CAD6FD2C6A>.
 
81  “Colorectal Cancer Symptoms.” Colon Cancer Alliance. Colon Cancer Alliance, n.d. Web. 11 Jan. 2013. <http://www.ccalliance.org/colorectal_cancer/symptoms.html>.
 

Scheda Del CRC

1) Il tumore del colon-retto (CRC) è il terzo tipo di cancro a maggior frequenza sia nell’uomo che nella donna.
 
2) Il colon è composto da 1.2 a 1.5 metri di intestino crasso, e il retto dagli ultimi 0.4 metri.82
 
3) Il tumore del colon-retto si sviluppa comunemente da un polipo, un tumore benigno (non-canceroso) o da crescita di tessuto nella parte interna del colon o del retto. Esistono diversi tipi di polipi, ed alcuni possono essere maligni (cancro), motivo per cui è preferibile rimuoverli.
 
4) Studi hanno dimostrato che la familiarità incide nel 25% dei pazienti colpiti da tumore del colon-retto.83,84
 
5) Oltre il 90% dei pazienti colpiti da CRC ha un’età superiore a 50 anni.85 Settantadue anni è l’età media alla diagnosi.86
 
6) Il tumore del colon-retto raramente manifesta sintomi nei suoi primi stadi e, quindi, fare dei controlli preventivi ogni anno è molto importante per riconoscerlo tempestivamente, ossia quando è più facile da trattare.
 
7) Le cellule neoplastiche possono diffondersi ai linfonodi circostanti muovendosi nel sangue o nei vasi linfatici.87
 
8) Di norma, il tumore del colon-retto si diffonde ai polmoni,88 fegato89 ed ossa.90
 
9) Il tumore del colon-retto è suddiviso in cinque stadi che variano in base alla sua posizione ed estensione. I trattamenti sono diversi a seconda dello stadio.
 
10) Se viene riscontrato un tumore al colon, esso, nei primi stadi, è altamente trattabile. Nel caso in cui il tumore si diffonda ai linfonidi circostanti, la combinazione di chemioterapia e chirurgia si è rivelata particolarmente efficace.
 
11) Nei casi più complessi, quando il cancro metastatizza ad altri organi quali fegato o polmoni, un trattamento idoneo è in grado di prolugare la sopravvivenza del paziente.91
 

La Diagnosi Precoce E’ Fondamentale!
 
E’ importante sapere che il CRC può essere trattato e che, se preso in tempo, può essere guarito. I controlli preventivi sono essenziali per riconoscere il CRC perché genericamente non ha sintomi nelle fasi iniziali della malattia, quando è ancora guaribile.92
 

Controlli Preventivi
 
Chiunque abbia almeno 50 anni d’età è a rischio sviluppo di CRC93 e, pertanto, dovrebbe sottoporsi a controlli annuali regolari. Se vengono riscontrati dei polipi durante un controllo, questi possono essere rimossi per prevenire il CRC.94 Se il CRC è già sviluppato ma viene preso prima che si estenda dalle pareti interne del colon o del retto, le possibilità di guarigione sono alte. Il rischio è maggiore quando le cellule tumorali si diffondono al di fuori delle pareti di tessuto verso altri organi o altri distretti dell’organismo. Controlli assidui e regolari sono essenziali per evidenziare il tumore o le cellule neoplastiche.
 

Secondo la Colon Cancer Alliance, il 90% delle morti dovute a tumore del colon-retto potrebbero essere evitate se tutti i soggetti di almeno 50 anni d’età eseguono i dovuti test.95

 
References
82  “What You Need To Know AboutTM Cancer of the Colon and Rectum: The Colon and Rectum.” National Cancer Institute at the National Institutes of Health. National Cancer Institute, 26 May 2006. Web. 11 Jan. 2013. <http://www.cancer.gov/cancertopics/wyntk/colon-and-rectal/page2>.
 
83  Gala M, Chung DC. Hereditary colon cancer syndromes. Semin Oncol. 2011;38(4):490-499.
 
84  Ettarh, Rajunor. “Colorectal Cancer Biology – From Genes to Tumor.” InTech 10 Feb. 2012: 4. Web. <http://www.intechopen.com/books/colorectal-cancer-biology-from-genes-to-tumor/colorectal-cancer-it-starts-and-it-runs>.
 
85  Ibid.
 
86  Ibid.
 
87  “What is Colorectal Cancer?” American Cancer Society. American Cancer Society, 17 Jan. 2013. Web. 30 Jan. 2013. <http://www.cancer.org/cancer/colonandrectumcancer/detailedguide/colorectal-cancer-what-is-colorectal-cancer>.
 
88  “Part 3: Tests of colon cancer.” NCCN Guidelines for Patients: Colon Cancer. National Comprehensive Cancer Network, 2012: 23 Web. 14 Jan. 2013. <http://www.nccn.com/files/cancer-guidelines/colon/index.html#/23/zoomed>.
 
89  “What You Need To Know AboutTM Cancer of the Colon and Rectum: Understanding Cancer.” National Cancer Institute at the National Institutes of Health. National Cancer Institute, 26 May 2006. Web. 11 Jan. 2013. <http://www.cancer.gov/cancertopics/wyntk/colon-and-rectal/page3>.
 
90  Santini D, Tampellini M, Vincenzi B, et al. Natural history of bone metastasis in colorectal cancer: final results of a large Italian bone metastases study. Annals of Oncology. Aug 2012;23(8): 2072–2077. Epub 4 Jan 2012.
 
91  “Colorectal Cancer Overview.” Colon Cancer Alliance. Colon Cancer Alliance, n.d. Web. 11 Jan. 2013. <http://www.ccalliance.org/colorectal_cancer/overview.html>.
 
92  “Can colorectal polyps and cancer be found early?” American Cancer Society. American Cancer Society, 17 Jan. 2013. Web. 11 Jan. 2013. <http://www.cancer.org/cancer/colonandrectumcancer/detailedguide/colorectal-cancer-detection>.
 
93  “What are the risk factors for colorectal cancer.” American Cancer Society. American Cancer Society, 17 Jan. 2013. Web. 11 Jan. 2013. <http://www.cancer.org/cancer/colonandrectumcancer/detailedguide/colorectal-cancer-risk-factors>.
 
94  “Can colorectal polyps and cancer be found early?” American Cancer Society. American Cancer Society, 17 Jan. 2013. Web. 11 Jan. 2013. <http://www.cancer.org/cancer/colonandrectumcancer/detailedguide/colorectal-cancer-detection>.
 
95  Ibid.

Controlli Per Il CRC

I controlli più comuni e le procedure che garantiscono una diagnosi accurata del tumore del colon-retto includono:
  

  • Colonscopia: è la procedura più comune e consiste in un esame gastroscopico delle pareti interne del colon e del retto mediante un colonscopio (un lungo tubo sottile dotato di telecamera) che viene inserito dal retto.96 Con questa procedura, il medico può rilevare eventuali anomalie e si possono raccogliere campioni di tessuto o cellule per la biopsia o esami più approfonditi.97
  •  

  • I piccoli polipi possono essere rimossi dal colon o dal retto per essere analizzati. Questo intervento viene definito “polipectomia”.98
  •  

  • Clisma Opaco: Tramite raggi X e liquido di contrasto per visualizzare il colon. Questo esame permette al medico di valutare l’aspetto dell’intero colon.99
  •  

  • Colonscopia Virtuale: Grazie a immagine TC multiple si crea l’immagine esatta dell’interno del colon. Questa è un’alternativa quando si è nell’impossibilità di eseguire una colonscopia tradizionale.100

 
 
Tumore del Colo-Retto Metastatico – Cosa Significa
 
Qualora vi sia stato diagnosticato un mCRC, esistono una serie di opzioni di trattamento disponibili. Il tuo medico potrà illustrare il trattamento più efficace relativo alla specifica situazione, ma è anche importante che il paziente si informi circa le opzioni disponibili onde avere un colloquio realmente proficuo. Conoscere e comprendere la propria condizione permetterà al paziente di avere un ruolo attivo nella scelta e nella gestione del trattamento.
 
Per iniziare, consigliamo la lettura della nostra pagina Risorse.

 
References
96  “National Cancer Institute Fact Sheet: Colorectal Cancer Screening (PDQ®).” National Cancer Institute at the National Institutes of Health. National Cancer Institute, 19 July 2012. Web. 11 Jan. 2013. <http://www.cancer.gov/cancertopics/pdq/screening/colorectal/patient/page3#Keypoint1>.
 
97  “National Cancer Institute Fact Sheet: Colorectal Cancer Screening (PDQ®).” National Cancer Institute at the National Institutes of Health. National Cancer Institute, 19 July 2012. Web. 11 Jan. 2013. <http://www.cancer.gov/cancertopics/pdq/screening/colorectal/patient/page3#Keypoint10>
 
98  “Surgery for Colorectal Cancer.” American Cancer Society. American Cancer Society, 17 Jan. 2013. Web. 11 Jan. 2013. <>.
 
99  “Colon Cancer: Tests and diagnosis.” Mayo Clinic. Mayo Foundation for Medical Education and Research (MFMER), 13 Aug. 2011. Web. 11 Jan. 2013. <http://www.mayoclinic.com/health/colon-cancer/DS00035/DSECTION=tests-and-diagnosis>.
 
100  Ibid.